Il Grande Disastro Ambientale

Il Grande Disastro Ambientale compie 35 anni.

Un enorme disastro quello della centrale nucleare di Chernobyl avvenuto nella notte del 26 Aprile 1986 che quest’anno compie 35 anni.

Sembrerebbe che il reattore numero 4 in Ucraina, esplose lanciando in aria una nube immensa piena di materiale radioattivo. La nube che si diffuse su tutta l’aria circostante, contaminando migliaia di persone, animali e vegetazione. Inoltre spinse fino ai Paesi Europei fra cui l’Italia costretta a prendere misure cautelative: limitare il consumo di prodotti vegetali. 

A quel tempo l’Ucraina faceva parte dell’Unione Sovietica e cercarono di nascondere o addirittura minimizzare l’accaduto. A distanza di tempo, non si poteva più nascondere nulla poiché emersero tutti i problemi. Tanto che venne classificato come “EVENTO CATASTROFICO DI LIVELLO 7”, ossia evento più grave in assoluto.

I decessi accreditati furono 65 la maggior parte di loro erano soccorritori giunti nelle ore successive al disastro. Inoltre vengono registrati 4.000 casi di tumore alla tiroide, 9 di questi fatali. 

Le organizzazioni ambientaliste e politiche, parlarono di numero enormi: da decina di migliaia ai 6 milioni. 

Ancora restano incerte le responsabilità e le ragioni. Si pensa che fu causato da una serie di errori umani, politici, tecnici e di progettazione del reattore. Infatti l’incidente avvenne durante l’esecuzione di alcuni test per verificarne il funzionamento.

E voi eravate a conoscenza di questo enorme disastro ambientale?