VITA D’UN UOMO -PARTE SECONDA-

Sfuggire agli orrori della guerra anche per un solo istante attraverso il ricordo di un momento passato, questa è “Nostalgia”.

Nostalgia è stata scritta il 28 settembre 1916 quando il poeta si trovava a Locvizza, sul Carso, durante le battaglie di trincea che attraversarono il periodo della grande guerra.

Il componimento fa parte della raccolta L’Allegria, sezione Il Porto Sepolto che contine poesie dal dicembre 1915 all’ottobre 1916.

Questi versi sono dedicati a Marthe Roux, “ragazza tenue”, di cui Ungaretti si innamorò a Parigi.

Nostalgia

Quando
la notte è a svanire
poco prima di primavera
e di rado
qualcuno passa

Su Parigi s’addensa
un oscuro colore
di pianto

In un canto
di ponte
contemplo
l’illimitato silenzio
di una ragazza
tenue

Le nostre
malattie
si fondono

E come portati via
si rimane.